I Like non sono abbastanza. Ora Facebook introduce l'opzione "See First"

Fabio Mormile

15.07.2015

Social e Digital
See first 01

Con la nuova feature potremo scegliere quali post fissare in cima al News Feed.

Per anni tra le pagine Business ha imperversato la pratica di acquistare Like su Facebook, affermandosi come uno dei modi più rapidi ma allo stesso tempo non necessariamente così efficaci per creare interazioni attraverso il Feed delle News.
Ma col passare del tempo ad un aumento naturale della competizione nello spazio del News Feed dovuto all'aumento degli utenti e delle pagine di Facebook, si sono andati sommando una serie di restrizioni sui post promozionali; a causa di questi fattori la possibilità di raggiungere l'attenzione di un utente e farsi notare con i contenuti di una pagina è gradualmente diminuita e, di conseguenza, anche il valore dei Like sulla Pagina ne ha risentito.
E non è finita qui: Facebook ha introdotto da poco una novità i cui effetti vanno a colpire proprio l'efficacia dei Like.
Si chiama "See First" ed è da poco attivo negli USA; con questa nuova feature le persone potranno scegliere tra Pagine, Amici e Profili Pubblici e aggiungerli nella loro lista "See First". La lista See First sarà gestibile tramite le Preferenze nel News Feed ed una volta che sarà aggiunto un nuovo nominativo i suoi post appariranno contrassegnati con una stella blu in cima al News Feed dell'utente.
Se aggiungiamo la considerazione che a conti fatti sono solo una minima frazione i Fans che mettono Like ad una Pagina e che seguono con attenzione ogni suo post, la novità del feed See First rischia di diventare in breve tempo la nuova pietra angolare del Social Media Marketing su Facebook.
Se i fan potranno aggiungere le Pagine con questa modalità, le Pagine stesse beneficeranno non solo del fatto che i loro post avranno maggiore popolarità e ricezione, ma che anche qualunque cosa sarà inclusa nei post stessi avrà maggior risalto, inclusi messaggi di marketing e commerciali che solitamente Facebook tende a nascondere nel News Feed in quanto spammosi. Ed in genere sono proprio questo tipo di post, che vendono esplicitamente prodotti o che deviano il traffico su siti esterni a dare maggiori frutti a livello di rendita.



Il See First pemette agli utenti di creare il loro feed su misura, seguendo pagine e utenti per temi, contenuti specifici o creando un mix tra amici e follower. Per fare alcuni esempi, includendo alcuni blog e testate online come See First, il News Feed diverrà un vero e proprio aggregatore di news. Aggiungendo Brand di moda o piattaforme di eCommerce, avremo invece un News Feed per lo shopping online. E selezionando le squadre tifate o gli atleti preferiti avremo un News Feed sportivo.
Greg Marra, il Product Manager di Facebook che si occupa di See First sdrammatizza l'impatto che avrà la nuova feature nel Social Media Marketing, sostenendo che "Non sarà poi così diffuso". Ma non ne siamo totalmente convinti: Faceboook sa bene quanto posizionarsi in cima al Feed sia importante per chi opera nel Web Marketing e quanto qualunque tipo di modifica spaventi i gestori delle Pagine; sostenere che sarà una modifica poco influente, fa parte del gioco.



Mettiamola così: se le persone usassero See First aggiungerebbero solo alcune delle loro pagine preferite. Pensiamo ai Brand più famosi o alle prime celebrità che vi vengono in mente, dalla Red Bull a Katy Perry, da Cristiano Ronaldo a serie TV come The Walking Dead… Tutte queste pagine godrebbero di una audience sempre maggiore e fidelizzata, ma soprattutto lo farebbero a spese di altre Pagine che hanno ricevuto Like dalle stesse persone: il rischio è che queste Pagine meno popolari, se non saranno aggiunte al feed See First, vedranno i loro contenuti scendere ancora più in basso.
E in questa situazione potrebbero essere le Pagine che pagano per i loro Like quelle che potrebbero risentirne di più. Sono molti gli inserzionisti che pagano annunci e post per acquisire Like pensando di avere a disposizione un canale di comunicazione costante e duraturo una volta creata la connessione con le persone. Tuttavia non tutti potrebbero aver compreso che il News Feed mostra i post a un numero maggiore di persone solo se divengono popolari tra i fan che ci hanno interagito per primi. O che se una persona ha l'abitudine di passare oltre i loro post senza cliccare o mettere like molto probabilmente quella persona sarà sempre meno interessata ai post futuri di quella Pagina.
In parole povere, un Like porta vantaggi ad una pagina solo se questa pubblica contenuti che piacciono alle persone e la probabilità che le persone interagiscano con i loro post è molto più bassa se si è dovuto ricorrere a dei Like acquisiti con delle Ads piuttosto che derivati da ricerche spontanee. E See First renderebbe esplicito questo meccanismo: tutti gli utenti a cui non piacerebbe avere un Brand in prima pagina ma che hanno comunque messo un Like tramite Ads molto probabilmente non lo aggiungerebbero al proprio feed di See First.



Lo scenario dipinto sugli effetti dell'introduzione di See First porta ad un'ulteriore svalutazione dei Like; tuttavia bisogna guardare l'altra faccia dell medaglia. Questa nuova funzione porterà benefici all'esperienza utente, a Facebook stesso e in generale anche al mondo del Social Media Marketing: attualmente avere un News Feed pieno di contenuti noiosi e che le persone solitamente non hanno intenzione di leggere impoverisce l'esperienza utente.

Ma tutti i gestori di Pagine che credono che i Like siano la priorità dovranno scontrarsi con la dura realtà dei Feed; mentre coloro che pensano che basti pubblicare solo contenuti di qualità dovranno trovare modi più furbi per convincere gli utenti ad aggiungerli con il feed See First. E gli inserzionisti che pagavano i Like sulla Pagina dovranno essere un po' più scettici la prossima volta che Facebook gli chiederà di pagare per qualche cosa. La mission di Facebook è di mettere gli utenti al primo posto, ma lasciargli scegliere quali contenuti visualizzare per primi con See First potrebbe dilatare ancora di più il tempo in cui far rientrare le spese per l'acquisizione di Like. 

FONTE: http://techcrunch.com/2015/07/09/the-unseen/

1Coca Cola 1024x768

PrecedenteCoca-Cola rimuove il Logo dalle sue Lattine per un'edizione limitata in Medio Oriente

SuccessivoPinterest avvia la fase di implementazione di un pulsante per acquistare pins su iPhone e iPad

Pinterest

Commenta questo articolo

facebook
google
X

Iscriviti alla newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personali dichiarando di aver letto l'informativa sulla Privacy.